Una giornata per scoprire i 700 corsi del Comune

Domenica 8 Settembre 2019

Tajani: “Sperimentiamo una modalità diversa per illustrare i nostri corsi avvicinando la formazione ai veri bisogni formativi del mercato del lavoro”

Dalla passione per la grafica all’amore per le piante e la progettazione del verde, passando per la ristorazione e la manualità creativa dei corsi di restauro, liuteria e sartoria sino allo studio delle lingue straniere utili per viaggiare e nel lavoro. Il Comune di Milano ti aiuta a trasformare le tue passioni in concrete opportunità di formazione e di lavoro. Si terrà infatti  martedì 10 settembre, in viale D’Annunzio 15, il primo open day dei Centri di Formazione del Comune di Milano per scoprire tutta l’offerta formativa a disposizione dei milanesi grazie agli oltre 700 corsi proposti per l’anno 2019/20. 

“Quest’anno – spiega l’assessora alle Politiche per il Lavoro Cristina Tajani – abbiamo pensato ad una formula diversa per presentare la formazione del Comune: una giornata interattiva tra docenti e futuri allievi. Un open day con una nuova idea: chi porterà la propria proposta di formazione contribuirà, con noi, a pensare ad un’offerta didattica davvero in sintonia con i bisogni del mercato del lavoro, della città, dei suoi cittadini”. 

Per l’intera giornata, dalle 10 alle 18, si avrà la possibilità di dialogare e confrontarsi con i docenti dei diversi centri al fine di conoscere i programmi formativi e didattici oltre a raccogliere materiale divulgativo su costi, tempi e opportunità. Dalla viva voce degli ex studenti, inoltre, si potranno raccogliere anche testimonianze sull’importanza dei diversi percorsi formativi proposti e come questi abbiano influenzato la loro crescita professionale.
Ad animare le presentazioni dei centri le tante dimostrazioni pratiche che si alterneranno nel corso della giornata: dalle 12 alle 13 si potranno scoprire i segreti e assaggiare alcune creazioni della cucina e della ristorazione con “Fruit Fantasy and Smoothies” a cura dei ragazzi del Centro San Giusto. 

A seguire, dalle 14 alle 17, si potrà assistere all’ideazione e sviluppo di una campagna pubblicitaria, o ancora vedere come progettare un giardino o un balcone fiorito con i docenti della Scuola di Arte & Messaggio, sino al più glamour degli accessori moda, una borsa, con il Centro di via Alex Visconti, mentre i docenti di liuteria mostreranno come costruire uno strumento a corda, rivelando i segreti dell’antica tradizione artigianale italiana. 

La Scuola Superiore d’Arte applicata del Castello sarà presente con dimostrazioni pratiche di mosaico. Infine, per tutta la giornata, sarà possibile farsi revisionare il curriculum vitae o sottoporsi ad un test per valutare la conoscenza della lingua inglese.

Nel corso dell’ultimo anno scolastico 2018/19, sono stati 10.258 gli iscritti ai corsi di formazione e lavoro del Comune, 6.479 femmine e 3.779  maschi, di cui  il 72% italiani e il 28% stranieri. Tra i frequentatori dei corsi si evidenzia che il 27% è costituito da giovani tra i 18 e i 29 anni e il 28% è costituito da persone tra i 30 e i 40 anni. Segno che i corsi rappresentano un’opportunità per i milanesi alla ricerca di nuove opportunità di ampliamento delle proprie conoscenze lavorative. Il 20% degli studenti si attesta tra i 41 e i 50 anni;  il 16% tra i 51 e i 60 anni, il 9 % è costituito da over 60. 

Nella singolare classifica dei corsi più apprezzati dai milanesi troviamo, al primo posto, quelli di lingua, con 589 moduli di inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, ma anche italiano per stranieri, russo, turco, arabo, cinese e il richiestissimo giapponese. Al secondo posto la passione per arte e artigianato con 45 moduli, a seguire il web con 24 corsi di informatica. Molto richieste anche le professioni dell’area dell’ottica con 19 moduli. Spazio anche al mondo fashion: 8 moduli tra moda e sartoria. Seguono comunicazione, pubblicità ed editoria con 7 moduli, mentre terziario e servizi all’impresa si attestano sui  3 moduli. Chiude la classifica la progettazione del verde con 2 moduli. 
Significativo l’incremento dell’8% delle persone ‘fragili’ (2.407, erano 2.228 nel 2017/2018) che si sono rivolte agli sportelli per la ricerca del lavoro e la riqualificazione professionale offerti dai Centri comunali di via Fleming e San Giusto. I patti di servizio erogati sono stati 1.258 e sono stati formati 1.541 cittadini. Questi soggetti hanno avuto la possibilità di azioni mirate: colloqui, orientamento, incontri formativi per migliorare la propria preparazione verso il mercato del lavoro. Tra i più frequentati i corsi per operatori della ristorazione, elettricisti, operatori del verde, ceramisti e restauratori di mobili. Aumentati, in quest’ambito, anche i tirocini passati da 328 a 369 con un aumento del 12%. Le assunzioni da tirocinio sono state 217 a fronte dei 182 dello scorso anno formativo. Le assunzioni dirette 98. 

Per informare i cittadini e gli interessati ai corsi è attiva anche una campagna affissioni e web che è presente in questi giorni in città realizzata dagli studenti della scuola Arte e Messaggio del Comune di Milano. Otto soggetti riferiti agli ambiti dei corsi professionali proposti. Il visual è stato concepito per richiamare l’attenzione sul rapporto inscindibile tra formazione e manualità e per sottolineare l’importanza della manifattura e dell’artigianato quali settori ricchi di opportunità di crescita professionale. 
 

Progetti correlati

I corsi di formazione

I corsi proposti dal Comune rappresentano la giusta opportunità per trovare il proprio ruolo nel complesso mondo del lavoro

Le Sedi Formative

Trova i centri formazione della tua zona che offrono corsi e scegli il migliore per te!

Notizie collegate

Milano vince il premio CRESCO AWARD

Milano vince il premio CRESCO AWARD

La “Scuola dei Quartieri” è il miglior progetto di rigenerazione urbana

20/11/2019

Al via Etico Ethical Award

Al via Etico Ethical Award

Con Etico Ethical Award, Milano premia il design attento all’ambiente

20/11/2019