Speed Mi Up

Tra le azioni messe in campo dal Comune a favore delle nuove imprese, c'è il sostegno a Speed Mi Up, l'officina di imprese e professioni nata da un'iniziativa congiunta della Camera di Commercio di Milano e dell'Università Bocconi, con un incubatore che si rivolge alle startup innovative in un qualsiasi settore di mercato e supportandoli fin dall’inizio nello sviluppo della propria idea di business.

Speed MI Up è quindi diventata un’importante iniziativa di respiro internazionale aperta a tutti i neoimprenditori, di qualsiasi nazionalità siano, che abbiano la dichiarata intenzione di realizzare la propria sede strategica a Milano al fine di confermare la città come uno dei principali centri di business internazionali.

A ogni bando, due l'anno, vengono ammessi in Speed Mi Up, 15 soggetti tra imprese e aspiranti imprenditori; l’incubatore, dal 2012 al 2018, ha ricevuto oltre 1500 idee di business che si sono concretizzate in oltre 80 startup incubate che hanno avuto accesso a due anni dalla nascita di servizi ad alto valore aggiunto, dalle attività di tutorship continuativa ai servizi tecnici e di consulenza, fino all’assistenza per l’accesso ai finanziamenti.

Dal 2017 è stato aperto lo SportelloShop di Speed Mi Up, un marketplace dedicato in esclusiva ai prodotti e ai servizi commercializzati dalle startup di Speed MI Up. Ogni startup, anche se non più incubata in Speed MI Up, avrà a disposizione gratuitamente un proprio account per poter popolare il proprio shop.

Location

Potrebbero interessarti anche

Yes Milano - Sezione business e startup

Informazioni per gli imprenditori, anche stranieri, su tutti i servizi e le opportunità economiche offerte dalla città

Fabriq Quarto 2019: il nuovo bando

Fino a 45.000 Euro a progetto per finanziare “Innovazioni di quartiere” nelle periferie nord della città

Bando Prossima Impresa

Dal Comune 1,5 milioni di Euro per imprese di prossimità e negozi di vicinato in periferia

Catalogo dei servizi in Sharing a Milano

Il Comune istituisce un nuovo catalogo per favorire l’accesso dei cittadini ai servizi di Economia collaborativa