Speed MI up compie 5 anni e accoglie dieci startup

Giovedì 1 Febbraio 2018

Festeggia oggi il suo primo lustro di attività Speed MI up, l’incubatore d’impresa nato dalla collaborazione tra Università Bocconi, Camera di Commercio e Comune di Milano. Un anniversario celebrato con l’ingresso di dieci nuove startup che andranno ad aggiungersi alle 77 ‘incubate’ in questi anni.

Di queste dieci, tre hanno vinto il premio della Fondazione Bracco sull’economia circolare, una il bando “Startup al femminile” lanciato da Soroptimist international club Milano alla Scala.

Dieci nuovi progetti d’impresa che vanno dallo sviluppo di app per semplificare la gestione degli adempimenti fiscali alla produzione di collanti naturali con fondi di caffè e mosto di Aglianico, passando da realtà che riducono la distanza fra imprese e fornitori dell’industria edile o che mettono in contatto aziende e studenti universitari di talento, sino a nuovi modi di ricercare spiagge e stabilimenti balneari. Altre invece si propongono di digitalizzare il mondo sportivo dilettantistico o facilitare l’incontro online tra domanda e offerta di lavoro nel settore delle costruzioni.

L’incubatore Speed MI up dal 2012 al 2017 ha lanciato dieci bandi, ricevendo quasi 1400 idee di business che si sono concretizzate in 462 business plan e 77 startup incubate che hanno avuto accesso a due anni dalla nascita di servizi ad alto valore aggiunto, dalle attività di tutorship continuativa ai servizi tecnici e di consulenza, fino all’assistenza per l’accesso ai finanziamenti. Nell’ottobre 2017 Speed MI up ha lanciato lo Startup shop, un marketplace dove prodotti e servizi commercializzati dalle startup dell’incubatore sono proposti a prezzo scontato.

Secondo un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano, Monza-Brianza e Lodi su dati del registro delle imprese, in Lombardia le startup iscritte nel 2017 sono 56mila, di cui 23mila nella città di Milano. Le nuove imprese lombarde rappresentano il 16% di quelle del Paese. La Lombardia si distingue nei servizi finanziari (1.348 imprese, il 2,4% del totale rispetto all’1,7% nazionale), nelle attività immobiliari (1.239, 2,2% rispetto all’1,3%), nella direzione aziendale (1.299, 2,3% rispetto all’1,1%), nei servizi ambientali per edifici e paesaggi (1.201, 2,1% rispetto all’1,4%) e in quelli alla persona (1.664, 3% rispetto al 2,3%). Commercio, costruzioni e ristorazione sono i primi settori per numero di iscritti. Le donne rappresentano il 24% dei nuovi imprenditori, gli stranieri il 21%.
 

Progetti correlati

Speed Mi Up

L'incubatore dell'università Bocconi. Oltre i tradizionali incubatori e acceleratori d'impresa

Notizie collegate

1,1 milioni per sostenere negozi botteghe  servizi

1,1 milioni per sostenere negozi botteghe servizi

Con Prossima impresa un aiuto imprese commerciali e artigianali, con una vetrina su strada, che operano nelle aree meno centrali

05/08/2020

Comune e Sogemi per il mercato di via Rombon

Comune e Sogemi per il mercato di via Rombon

Tajani: ”Una collaborazione che consentirà di riconsegnare agli abitanti un rinnovato luogo commerciale e sociale”

28/07/2020