Con Fashion Graduate Italia sfila la formazione

Giovedì 17 Ottobre 2019

Tajani: “Una bella occasione per molti giovani di scoprire le tante professioni e le opportunità di crescita professionale offerte dal sistema della moda italiana”

Dal 27 al 30 ottobre Fashion Graduate Italia, l’evento per scoprire le professioni, le scuole e le accademie della moda  tra sfilate, workshop, incontri e attività che rispondono alle tematiche più attuali del settore fashion: dalla sfida della sostenibilità come innovazione responsabile alla rivalutazione dei mestieri artigiani, sino alle strategie e alle nuove forme di comunicazione del fashion.

Ad illustrare, questa mattina a Palazzo Marino, i contenuti e il programma della manifestazione giunta alla sua terza edizione, l’assessora alle Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio, Moda e Design  Cristina Tajani  con Claudio Marenzi, Presidente Confindustria Moda, Giulia Pirovano, Presidente Piattaforma Sistema Formativo Moda  e Matteo Casagrande, Head of Business Development di  Intesa Sanpaolo.

“Come Amministrazione abbiamo creduto e sostenuto il Fashion Graduate Italia sin dalla sua prima edizione, nella convinzione che appuntamenti di questo genere siano fondamentali per valorizzare l’intero sistema italiano della moda, affiancando alle aziende anche le principali realtà di formazione nel settore moda con l’obbiettivo condiviso di coltivare, sviluppare e valorizzare i tanti giovani talenti. Risorse indispensabili per competere sulla qualità e tramandare il grande patrimonio culturale, creativo, tecnico e industriale del Made in Italy”. Così l’assessora Cristina Tajani, che prosegue: “Puntare sulla formazione e sulla creatività dei ragazzi, siano essi nuovi stilisti o giovani maestranze, può e deve rappresentare l’elemento distintivo dello stile italiano. Un processo produttivo è replicabile ovunque in un contesto globalizzato non è certo replicabile la cultura, la tradizione e la competenza artigiana che realizza i nostri prodotti. Sono proprio queste competenze immateriali che abbiamo l’obbligo di trasmettere alle nuove generazioni e Fashion Graduate Italia rappresenta al meglio questo lavoro”.

“La Moda  - commenta Claudio Marenzi, Presidente Confindustria Moda - si contraddistingue per l’intrinseca esigenza di generare bellezza, che si declina in due capacità fondamentali: quella di stupire attraverso la creatività dei prodotti e quella di innovare i processi per garantire sempre una maggiore qualità di ciò che si produce. Entrambi gli aspetti richiedono di essere supportati da menti brillanti con idee fresche. Ciò significa che i giovani in questo settore devono giocare un ruolo da protagonisti: senza l’innesto nelle nostre aziende di validi giovani creativi e di giovani tecnici capaci di innovare prodotti e processi, il sistema moda italiano, che vale oltre 95 miliardi di euro all’anno, si impoverisce e declina. Proprio per questo è importante per Confindustria Moda supportare eventi come il Fashion Graduate Italia, che porta al centro del dibattito il tema della formazione dei giovani nelle professioni del settore. Vogliamo comunicare ai giovani talenti che le nostre imprese offrono loro un mondo ricco di opportunità professionali in uno dei settori che per antonomasia fanno dell’Italia un’eccellenza mondiale”.

Per Giulia Pirovano, Presidente Piattaforma Sistema Formativo Moda: “Fashion Graduate Italia si conferma come uno degli obiettivi centrali di Piattaforma Sistema Formativo Moda, che ad un anno dalla carica di presidente e con l’aiuto e il sostegno prezioso di tutte le scuole e accademie partecipanti, ci ha permesso di lavorare anche sullo sviluppo di progetti cruciali per il settore e per i nostri studenti, che spaziano dalla mappatura delle professioni nella moda, all’accelerazione dei processi creativi, produttivi e commerciali, nonché al monitoraggio delle evoluzioni del mercato. I progetti che vedranno la luce nei prossimi mesi e che vedono l’impegno importante di tutta Piattaforma sono volti ad ampliare lo sguardo su orizzonti internazionali, fondati sul patrimonio culturale e sul tessuto imprenditoriale che contraddistingue il nostro paese”.

L’evento cardine di FGI 2019 sarà la giornata di lunedì 28 ottobre, dedicata al tema della sostenibilità, sviluppata attorno alla sfilata collettiva in cui 16 scuole  (Accademia di Belle Arti di Brera - Accademia Costume & Moda - Accademia della Moda IUAD - AFOL Moda - Arsutoria School - CERCAL - Domus Academy - Ferrari Fashion School - Harim Accademia Euromediterranea - IAAD - Istituto di Moda Burgo - Istituto Europeo di Design - Istituto Marangoni - Istituto Modartech - Istituto Secoli - LABA Libera Accademia di Belle Arti - NABA Nuova Accademia di Belle Arti - Next Fashion School - Politecnico Calzaturiero)   presenteranno i progetti dei propri studenti affrontando con modalità differenti il tema complesso della sostenibilità ambientale e sociale. La sfilata sarà preceduta dalla proiezione del film “River Blue” che documenta la produzione del denim che sta tingendo di blu i fiumi del mondo e da una tavola rotonda sul tema della sostenibilità nella moda. Questo appuntamento rappresenta l’attivazione di una innovazione responsabile – promossa dagli stessi studenti – e un’istanza che le scuole associate a Piattaforma Sistema Formativo Moda hanno integrato nei percorsi formativi per nuove generazioni di professionisti in grado di innovare l’industria della Moda. Fra le importanti novità di questa edizione c’è la partnership attivata fra Fashion Graduate Italia e Fashion Film Festival Milano con la presenza della sua fondatrice Constanza Cavalli Etro.
Fashion Graduate Italia 2019 si svolgerà dal 27 al 30 Ottobre presso BASE in Via Bergognone e il 31 Ottobre nella sede di Confindustria Moda.  Per conoscere il programma completo ed essere aggiornati in tempo reale basta consultare il sito https://fashiongraduateitalia.it/agenda/# oppure le pagine social https://www.instagram.com/fashiongraduateitalia/ e https://www.facebook.com/FashionGraduateItalia/
 

Progetti correlati

I corsi di formazione

I corsi proposti dal Comune rappresentano la giusta opportunità per trovare il proprio ruolo nel complesso mondo del lavoro

Notizie collegate

Tutto pronto per“Manifatture Aperte” 2019

Tutto pronto per“Manifatture Aperte” 2019

Oltre cento spazi tra atelier, laboratori, officine, botteghe, fabbriche, makerspace e scuole di formazione a Milano e non solo

14/11/2019

Premiate le 60 nuove botteghe storiche di Milano

Premiate le 60 nuove botteghe storiche di Milano

A conferire i 60 nuovi prestigiosi riconoscimenti il Sindaco Giuseppe Sala con l’assessora Cristina Tajani

11/11/2019