Dieci nuove aree per la mobilità elettrica

Giovedì 15 Luglio 2021

È operativo un nuovo tassello per l’offerta di mobilità sostenibile a Milano: dieci aree di mobilità installate da NHP ESCo, con il supporto di Comune di Milano e Amat (Agenzia mobilità, ambiente e territorio) nell’ambito del Progetto Sharing Cities – Horizon 2020. Un nuovo modo di muoversi in città, un nuovo concept urbano che aggrega servizi di mobilità elettrica e condivisa in un unico spazio fisico, accessibile e sostenibile, in grado di semplificare gli spostamenti nel capoluogo lombardo.   

Le Aree di Mobilità sono micro-hub di scambio intermodale che concentrano in un solo sito una gamma di servizi di mobilità integrati e gestiti da una innovativa piattaforma digitale: colonnine di ricarica per veicoli elettrici normal e fast charge, smart parking, car sharing con stalli dedicati alle flotte.   

“La mobilità elettrica è sempre più una realtà, - dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità - a Milano sono operativi 500 punti di ricarica. Oltre alla collocazione a cura dei diversi operatori, con l’autunno è in programma la realizzazione di altre 40 aree di mobilità finanziate dal Comune di Milano e dai fondi europei Pon Metro. L’obiettivo è coprire progressivamente e in modo omogeneo tutta la città in modo coerente con lo sviluppo di questo tipo di veicoli”.  

“Oggi diamo avvio a una piccola rivoluzione nel complesso mondo della mobilità urbana e nel contempo ampliamo le azioni poste in essere dall’Amministrazione per migliorare la qualità della vita del quartiere Porta Romana Vettabbia, grazie al progetto europeo Sharing Cities avviato nel 2016 – aggiunge l’assessora alla Politiche per il Lavoro, Attività produttive, Cristina Tajani -. Grazie a progetti come questo che vedono insieme soggetti pubblici e privati, dimostriamo come l’uso intelligente delle nuove tecnologie affiancato da una co-progettazione del basso, con l’ascolto diretto e la partecipazione dei residenti, sia la scelta migliore per lo sviluppo di Milano. Una città in cui sono gli abitanti a scegliere e individuare i servizi e i progetti più utili alla trasformazione e all’evoluzione del quartiere.” 

“Puntiamo ad affiancare ai punti di ricarica e parcheggio una vasta gamma di servizi innovativi di mobilità e non solo - afferma Valerio Siniscalco, CEO di NHP - Stiamo concentrando gli sforzi per alimentare le Aree di Mobilità con energia da fonti rinnovabili e relativo accumulo energetico, immaginando un domani fatto anche di integrazione energetica di quartiere, nell’ottica della filosofia di Sharing Cities”.  

Queste dieci aree si trovano nel quadrante sud-est di Milano, oltre a questa di corso Lodi 5, sono state installate in corso lodi 34, viale Col di Lana 2, via Bocconi 28, via Cassinis 79, piazzale Cantore 2, via Sile 31, piazza Caduti del Lavoro 5, via Laura Ciceri Visconti 2, via Pietrasanta, 8.  

I servizi di ricarica sono erogati tramite la piattaforma e le APP del service provider Queenergy, che garantirà la massima operatività del servizio e un’ottimale assistenza ai clienti.  
 

Progetti correlati

Smart Cities Lighthouse: Sharing Cities

Un progetto europeo per trasformare la zona di Porta Romana / Vettabbia in un distretto smart

Catalogo dei servizi in Sharing a Milano

Il Comune istituisce un nuovo catalogo per favorire l’accesso dei cittadini ai servizi di Economia collaborativa

Linee Guida Milano Sharing City

Un documento che riassume obiettivi e azioni del Comune di Milano in materia di sharing economy e economia collaborativa.

Notizie collegate

Norme per l'accesso ai Centri di Formazione

Norme per l'accesso ai Centri di Formazione

Necessità di possesso del green pass per l’accesso ai centri di formazione professionale

13/09/2021

Cascina Nosedo. Aperti i primi spazi del nuovo hub

Cascina Nosedo. Aperti i primi spazi del nuovo hub

Nasce il polo di ricerca che affronterà e svilupperà i temi del riuso, dell’economia circolare e della resilienza urbana.

03/09/2021