Al via la seconda edizione di MiG Work

MiG Work è un progetto del Comune di Milano dedicato a ragazzi e ragazze dai 14 ai 18 anni che si trovano in un momento importante della loro vita e hanno bisogno di ascolto, supporto e stimolo per diventare più consapevoli di se stessi e delle loro scelte, ragazz* che non studiano e non lavorano

Al via la seconda edizione di MiG Work La seconda edizione del progetto "MiG Work, Percorsi inaspettati per adulti del futuro” vuole fornire un sostegno concreto e tempestivo a questa fascia di età, attraverso delle sperimentazioni territoriali portate avanti dai partner che vantano una lunga esperienza di presenza e di azioni con giovani attraverso presidi socio-educativi territoriali. 

Il progetto vede la partecipazione di un ampio partenariato composto da 10 organizzazioni tutte attive nel territorio milanese e, oltre alla rete partenariale, la proposta prevede il coinvolgimento di enti e servizi in grado di contribuire agli obiettivi previsti con un focus specifico dedicato alle realtà profit.

L’intervento si inserisce in una strategia di più ampio respiro portata avanti dal Comune di Milano, quella di mettere a regime un sistema cittadino integrato volto a intercettare e accompagnare le/i giovani che si trovano nella condizione di NEET (Not in Education, Employment or Training) in un cammino di scoperta delle proprie attitudini, aspirazioni, desideri e capacità per il reinserimento in un percorso scolastico o per l’inserimento nel mondo del lavoro.

Per partecipare a MiG Work puoi iscriverti alla piattaforma Giovani Milano del Comune di Milano (oppure puoi contattare il partner più vicino a te).


Beneficiari

  • 800 adolescenti tra i 14 e i 18 anni tra persone intercettate, prese in carico e coinvolte nelle attività di formazione
  • 100 famiglie intercettate
  • 125 cittadini/e (volontari, insegnanti, assistenti sociali, educatori, formatori) coinvolti nell’intercettazione e accompagnamento dei/delle giovani NEET
  • 10000 persone coinvolte in eventi e manifestazioni di sensibilizzazione sui temi del progetto


Obiettivi

  • Ri-attivare nei giovani la motivazione a cercare e costruire il proprio futuro, rafforzando la consapevolezza e la fiducia nelle proprie attitudini e nelle proprie capacità.
  • Accrescere le competenze di ragazzi e ragazze funzionali allo sviluppo di percorsi formativi o professionali adatti a loro.
  • Destrutturare i pregiudizi e i luoghi comuni rispetto al mondo della scuola, al lavoro, alle professioni, alle etichette.
  • Migliorare la qualità delle relazioni dei giovani, coinvolgendo la comunità degli adulti che esiste attorno a loro.
  • Aumentare il coinvolgimento di imprese e realtà profit, co-progettando percorsi motivazionali, esperienziali e di empowerment capaci di far esplorare ai ragazzi e alle ragazze se stessi, le proprie abilità e mondi lavorativi e formativi finora non conosciuti.
  • Prevedere l’inserimento lavorativo dei giovani nei casi in cui questo passaggio possa essere necessario e funzionale al loro percorso.
  • Mettere a sistema un gran numero di realtà che si occupano di ragazzi e ragazze, creando procedure e prassi per un lavoro continuativo e multidisciplinare, in cui ciascuno assuma un ruolo, interdipendente e sinergico con quello degli altri attori della rete.


Azioni

  • Azione#1 - Incontro (nessuno si salva da solo): costruzione di un sistema di Antenne Territoriali Diffuse, composte da realtà formali e informali attive nelle comunità di riferimento, che svolgeranno una funzione di presidio territoriale per individuare e orientare i giovani e le loro famiglie verso il progetto (attività avviata a inizio 2023)
  • Azione#2 - Accoglienza (il primo passo verso la scoperta e l’ascolto): creazione di un gruppo di Case Manager, che effettua colloqui di accoglienza e presa in carico con i ragazzi e le ragazze per ascoltarli, individuare i loro bisogni e orientarli verso le opportunità e i percorsi più adatti a loro, continuando a seguirli nel corso di tutta la loro partecipazione (attività avviata a marzo 2023)
  • Azione#3 - Esperienza (il miglior modo di pensare è fare): attivazione di esperienze di formazione, volontariato e inserimento lavorativo (attività avviate a maggio 2023)
  • Azione#4 – Sensibilizzazione (cambia il tuo modo di parlare e anche il mondo cambierà): Realizzazione di attività di sensibilizzazione culturale attraverso iniziative ed esperienze rivolte ai ragazzi e alle ragazze, ma anche alle comunità di cui fanno parte e all’intera cittadinanza allo scopo di decostruire i pregiudizi e luoghi comuni sul mondo del lavoro, sulle professioni e sul futuro (attività da avviare)


Da maggio sono partite le prime iniziative dell’Azione 3. 
I 18 percorsi proposti, alcuni dei quali prevedono diverse edizioni, mentre altri hanno carattere continuativo lungo tutto l’arco del progetto, rientrano in tre diverse tipologie:

  • Partecipare: esperienze di cittadinanza attiva (volontariato cittadino e internazionale);
  • (Ri)conoscersi: percorsi di orientamento e bilancio di competenze, di gruppo e individuali;
  • Sperimentarsi: percorsi di formazione e inserimento lavorativo.


Partner

  • ICEI 
  • CODICI Cooperativa SocialePartner MiG Work
  • Comunità Nuova Onlus
  • Piccolo Principe Cooperativa Sociale Onlus
  • La Strada Società Cooperativa Sociale
  • InVento Innovation Lab impresa sociale S.R.L.
  • BIR Odv
  • COMIN Cooperativa Sociale di Solidarietà
  • Associazione Cultura CheFare
  • Cooperativa Sociale Comunità del Giambellino

 

Data inizio

Data fine

Potrebbero interessarti anche

Programma triennale per l'economia di prossimità

8 linee di intervento, 30 azioni e 15 milioni di euro per il periodo 2024 2027

Concessione in uso di spazi comunali

Il Comune promuove e favorisce l’apertura dei propri spazi in orario non in conflitto con le attività formative erogate

Concessione in uso di spazi Alex Visconti

Dovrà essere garantito il mantenimento della funzione pubblica dell’immobile quale Centro di formazione