C.C.P.

Il “Centro per la Cultura della Prevenzione nei luoghi di lavoro e di vita” (CCP) è nato nel dicembre 2014 dalla firma del Protocollo d’Intesa Istituzionale tra Comune di Milano (Direzione Centrale Politiche del Lavoro, Sviluppo Economico e Università ora Direzione Economia Urbana e Lavoro), ATS Milano – Città Metropolitana (ex ASL Milano), INAIL (Direzione Regionale Lombardia), Ispettorato Nazionale del Lavoro – Ispettorato Territoriale Milano – Lodi (ex Direzione Territoriale del Lavoro di Milano) e Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Milano e dalla sottoscrizione di un Accordo di collaborazione con la Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione (CIIP), che raccoglie attualmente una quindicina di Associazioni di specialisti della salute e sicurezza sul lavoro.

Il CCP è stato inaugurato il 28 aprile 2015 e attraverso l’organizzazione di un considerevole numero di eventi, la distribuzione di materiale informativo, il sostegno alla Casa degli RLS, il confronto tra le Istituzioni, la promozione di temi di grande impatto sociale quale l’invecchiamento al lavoro, la sicurezza negli ambienti di vita ad iniziare dai condomini, palestre, ecc., è stato, per 3 anni, un punto di riferimento per operatori, lavoratori, cittadini, associazioni operanti nel campo della prevenzione, organizzazioni sindacali e aziende che hanno voluto affrontare con un approccio nuovo le tematiche legate alla salute e sicurezza, ma soprattutto alla prevenzione negli ambienti di vita, di studio e di lavoro, promuovendo una nuova cultura del lavoro in sintonia con gli attuali cambiamenti sociali ed economici.


Le recenti e continue trasformazioni, anche istituzionali, del contesto metropolitano permettono di immaginare che la mission del Centro possa essere estesa oltre i confini della Città di Milano, estendendo anche la rete dei partner ad altre categorie di attori, in primis la Città Metropolitana e, a seguire, le parti sociali.


Il Comune ha pertanto sottoscritto, in data 9/7/2018, il Protocollo di Intesa con Città Metropolitana di Milano – ATS Milano Città Metropolitana – Ispettorato Territoriale del Lavoro Milano-Lodi – INAIL Direzione regionale Lombardia e Vigili del Fuoco – Comando Provinciale di Milano, identificati quali referenti istituzionali e territoriali per il raggiungimento degli obiettivi di prevenzione e, in data 22/8/2018, rinnovato l’Accordo di Collaborazione con la Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione (CIIP), che viene di nuovo identificata come partner tecnico–scientifico per la promozione, comunicazione e il contributo alla realizzazione delle attività promosse dal CCP.


La Prefettura di Milano, nel gennaio 2018, a seguito del verificarsi, nel territorio metropolitano, di gravi incidenti, anche mortali, sui luoghi di lavoro, ha costituito un Tavolo di Coordinamento Permanente per la Sicurezza e la Prevenzione degli Incidenti formalizzando, con tutte le istituzioni e le parti sociali che a diverso titolo e con diverse funzioni si occupano di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro, un “Protocollo d’intesa per potenziare la sicurezza sul lavoro in ambiti particolarmente a rischio”, individuando il CCP quale struttura di coordinamento delle attività legate alla diffusione delle informazioni per la sensibilizzazione alla cultura della sicurezza e alla prevenzione.
La sede si trova a Milano in Viale Gabriele D’Annunzio, 15.

 

INFO E CONTATTI
 
COMUNE DI MILANO
Direzione Economia Urbana e Lavoro
Unità Mercato del Lavoro 
Via Larga, 12
Email: plo.prevenzione@comune.milano.it 

Inaugurato il

Location

Potrebbero interessarti anche

Creativi e designer per ripensare gli spazi

Dal Comune un invito a presentare proposte per tornare a vivere la città con nuove regole di sicurezza

SEE ME IN

Con "See Me In", finanziato dal programma comunitario Central Europe, l’imprenditoria degli immigrati diventa più competitiva

MASP – Master Parenting in Work and Life

Aiutare le persone a conciliare vita e occupazione e incentivare la partecipazione delle donne al mercato del lavoro

Progetto Lorenteggio

I destinatari del progetto sono disoccupati, di età superiore ai 18 anni e residenti nel quartiere Lorenteggio